Creativi

Se il posto fisso è passato di moda, non credo sia passato di attualità. Non possiamo fare tutti gli imprenditori o i freelance.

Qual è il tuo lavoro?

Abito in provincia di Modena, o forse dovrei dire sul Frecciarossa tra Bologna e Milano. Mi occupo di consulenza alle imprese su strategia di marketing, e-commerce e omnicanalità: in pratica assieme al management delle aziende cerco di creare le condizioni per creare un sistema di marketing digitale e non, efficace rispetto agli obiettivi.

Cosa significa essere un "creativo"?

Non sono mai stato un creativo, se con questo si intende qualcuno che opera nel campo della "creatività" - con cui spesso mi sono anzi scontrato, nella mia carriera di marketer :)
Mi sento creativo nella vita, forse in quanto pigro: cerco di trovare soluzioni inaspettate a problemi concreti, continuamente.

11 grazie

Cosa succede dopo l'università?

La domanda da porsi è cosa succede PRIMA, della laurea: secondo me bisogna cominciare a mettere il piede in acqua anche prima di finire l'università. A volte anche – sì – con lavori poco o non pagati, o iniziative non profit. Non c'è più questo spartiacque studio/lavoro: tutti i maggiori talenti che ho visto uscire dall'università avevano già iniziato durante gli studi a provare, testare, farsi avanti.

10 grazie

Come devo scrivere il curriculum?

E perché dovrei scriverlo, il curriculum? Credo che avere una presenza in rete – una presenza professionale, intendo – sia più importante per iniziare. A quel punto il curriculum viene fuori da solo. Mostra i tuoi lavori, le tue riflessioni: hai accesso al mondo, fai vedere che ti sai muovere.

3 grazie

Soft skills... cioè?

Saper scrivere, parlare in pubblico, fare slide (ahimè) sono competenze trasversali fondamentali per qualsiasi lavoro, ormai.

2 grazie

Come affronto un colloquio?

Il modo migliore per affrontare un colloquio è capendo gli obiettivi personali e aziendali di chi ti sta di fronte. Informandoti sulla sua situazione e mostrando come potresti aiutarlo nei suoi obiettivi.

6 grazie

Quanto conta il voto di laurea?

Il voto di laurea conta, come conta l'università in cui ti laurei. In un mercato sovraffollato, le grandi aziende hanno spesso algoritmi automatici che sfoltiscono i curriculum sulla base del voto minimo. Ma non bisogna nemmeno disperarsi in caso contrario: c'è un mondo di opportunità anche fuori dalle grandi aziende, oggi.

3 grazie

È importante l'esperienza in una grande azienda?

Dipende dalla tua indole e dipende da cosa fai. Lavorare in una grande azienda non è utile se vuoi lavorare in proprio o se nell'azienda in cui sei non stai imparando nulla: nel primo caso, non ti serve per il curriculum, nel secondo, stai perdendo tempo prezioso. È difficile "unire i puntini" prima di fare esperienza, purtroppo. Ma prima capisci cosa vuoi fare, prima impari a gestire al meglio le tue esperienze e i sacrifici che dovrai fare.

2 grazie

Il "posto fisso" è passato di moda?

Se il posto fisso è passato di moda, non credo sia passato di attualità, non credo proprio. Non possiamo fare tutti gli imprenditori o i freelance.

5 grazie

Posso lavorare le classiche 8 ore?

Credo che l'equilibrio vita/lavoro sia importante e le aziende più illuminate lo stanno capendo: il numero di ore lavorate non è indicazione della produttività, così come fare gli straordinari non è indicazione di abnegazione al lavoro, ma più spesso di disorganizzazione della persona – o dell'azienda.

12 grazie

Cosa si aspetta da me il team?

In breve, il team si aspetta "che tu non sia uno stronzo", per parafrasare il titolo di un libro.

1 grazie

Cosa si aspetta da me il capo?

Il capo si aspetta che tu faccia almeno un ragionamento fuori dagli schemi per migliorare la competitività e l'organizzazione. Me ne basta uno.

5 grazie

Partita IVA: e se poi me ne pento?

Non capisco la paura della partita IVA, è facilissimo chiuderla. Si può tornare indietro. I migliori dipendenti che ho visto erano stati liberi professionisti con partita IVA in passato.

4 grazie

Voglio mettermi in proprio: da dove inizio?

Se vuoi metterti in proprio, chiediti sinceramente se oltre a saper fare il tuo lavoro sai (o vuoi) anche promuoverti e organizzarti. Il resto è secondario, lo fa il commercialista.

2 grazie

Meglio soli... o ben accompagnati?

Sono un libero professionista ma lavoro con un network di persone. Anche quando si lavora in proprio è meglio essere ben accompagnati, anche se è statisticamente raro. Quindi metti in conto un po' di dissidi... Sempre.

2 grazie

Se mi metto in proprio devo rinunciare al weekend?

Se lo fai continuativamente, di lavorare nel weekend, vuol dire che stai sbagliando qualcosa. Nel tuo modo di lavorare, nel mercato in cui sei o nel modo di proporti.

3 grazie

Dovrei lavorare gratis?

Lavorare gratis, dipende: valuta obiettivamente cosa te ne viene in cambio. Anzi, fallo valutare da qualcun altro, una persona obiettiva.

1 grazie

Come do un prezzo al mio lavoro?

L'unico prezzo è dato dal valore che fornisco al cliente - o al mio datore di lavoro. Mi chiedo continuamente se mi assumerei, io.

4 grazie

Come parlo di soldi con il cliente?

Con il cliente si parla di soldi molto chiaramente: se lui ci guadagna, perché non dovresti farlo tu?

1 grazie

Dovrei far firmare un contratto al cliente?

Bisogna sempre avere un accordo, anche semplice, anche un'email, ma sempre qualcosa di scritto.

1 grazie

Come guadagno la fiducia del cliente?

Guadagni la fiducia di un cliente così come guadagni la fiducia di una persona anche fuori dal lavoro: con i fatti, di solito, e poche parole. Cerca di farti rispettare, di venire incontro ai suoi bisogni ma anche ai tuoi.

1 grazie

Dovrei specializzarmi o sapere di tutto un po'?

Sono entrambe strategie valide, forse all'inizio conviene specializzarsi, per poi acquisire una visione più generale con l'esperienza.

2 grazie

Come si diventa bravi nel proprio lavoro?

Si diventa bravi lavorando, studiando da soli, leggendo senza tregua, in ogni possibile momento libero.

3 grazie

Come faccio a fare networking?

Networking lo fai non facendo networking. Offri aiuto e condividi quello che sai, il resto arriva da solo. Ah, non chiuderti in casa e non pranzare da solo – ma questo vale anche nella vita.

1 grazie

Come dovrei presentare il mio lavoro?

Bisognerebbe presentare il proprio lavoro in modo sincero, mostrando anche difficoltà e fallimenti. In un mondo di successi irreali, aiuta a differenziarsi.

4 grazie

Come dovrei promuovermi sui social media?

Sui social media ci si promuove ascoltando e partecipando, in questo non c'è una grande differenza con la vita reale.

2 grazie

Come sentirmi soddisfatto dei miei risultati?

Per sentirti soddisfatto prendi il tuo to-do (quaderno o app) e pigia su "Mostra tutti i completati".

1 grazie

Come risollevarsi da un fallimento?

Per superare un fallimento bisogna pensare che il passato non lo cambi e puoi solo fare meglio la prossima volta, se hai capito le cause.

1 grazie

Come si rimane motivati e ispirati?

Si rimane motivati amando ciò che si fa? E ogni tanto staccando da tutto.

1 grazie

Come sopravvivere a una deadline?

Si sopravvive a una deadline prenotandosi un weekend da qualche parte, per compensazione.

2 grazie

Un consiglio per i giovani designer?

Risolvete problemi.

5 grazie