Competenze

Dovrei specializzarmi o sapere di tutto un po'?

DUBBIO.

11 risposte

Devi conoscere e saper fare di tutto un po', oggi la comunicazione è transmediale. Se ti specializzi solo sulla grafica o solo sul copy, non sei abbastanza autonomo per essere appetibile in tanti ambiti.

2 grazie

Sono entrambe strategie valide, forse all'inizio conviene specializzarsi, per poi acquisire una visione più generale con l'esperienza.

2 grazie

È bene specializzarsi e saper fare molto bene alcune cose ma, allo stesso tempo, bisogna anche sapere cosa fanno gli altri. Ad esempio io non creo siti web (se ne occupa il mio collega Alberto) ma so di cosa si tratta: questo mi permette di dare valore al suo lavoro e di comprendere bene quali siano le tempistiche necessarie. Conoscere gli ingranaggi che compongono i diversi aspetti del progetto è fondamentale, perché ti rende più consapevole del lavoro nel suo complesso.

1 grazie

Bisogna trovare la propria nicchia, non credo a quelli che dicono di saper fare tutto. Devi saper fare meglio alcune cose e mettere in evidenza ciò che più ti piace fare o quello che in quel momento è più richiesto, saranno poi gli altri a chiederti se sai fare anche altre cose.

1 grazie

Sono per la specializzazione e mi sembra che il mercato vada in quella direzione. È anche vero che se vuoi fare strategie di comunicazione, devi avere un panorama abbastanza ampio... Però a un giovane creativo, oggi, consiglierei di specializzarsi.

1 grazie

Dipende molto da cosa fai e da dove vuoi lavorare, nessuna delle due strade è sbagliata. Sicuramente avere competenze trasversali è una ricchezza e torna utile anche per il curriculum o in fase di colloquio. Sapere e saper fare diverse cose, anche a livello base, aiuta ad avere più idee.

1 grazie

Sicuramente in un progettista è richiesta una conoscenza verticale. Per esempio, per una persona che vuole fare User Experience Design, sono fondamentali le basi del design, dell'ergonomia cognitiva e quant'altro, però posso dire che non bastano. Bisogna saper collaborare con altre figure professionali ed essere capaci di coniugare i bisogni degli utenti con gli obiettivi di business da un lato e la fattibilità, i vincoli tecnici e tecnologici, dall'altro. Infatti i nostri progetti vengono poi realizzati da sviluppatori: non vuol dire che si debba conoscere il codice, però almeno un'idea di com'è strutturato un front-end e di come lo sviluppatore lavora, è fondamentale. Si lavora insieme e alcune scelte è importante valutarle insieme per capire se siano tecnicamente fattibili. Lo stesso vale per il lato business, avere l'idea di cosa voglia dire impostare una strategia di business – perché il sito non sarà fine a sé stesso, il cliente mette un budget e quindi si aspetta un ritorno dell'investimento.

0 grazie

Per quella che è la mia esperienza, il mio è un lavoro trasversale. Penso che la decisione di approfondire o meno un ambito sia una scelta indotta anche dalle proprie passioni. Certo che una specializzazione consente di approdare più facilmente a un lavoro "sicuro".

0 grazie

È importante saper parlare con persone diverse, di tanti tipi diversi. Non è necessario conoscere proprio tutte le discipline ma, soprattutto da designer, riuscire a essere un trait d'union tra mondi anche differenti, un "facilitatore del dialogo". Poi, senz'altro, è bello potersi specializzare in un determinato campo. L'ideale sarebbero le famose "T-shaped skills", che non sono una brutta parola e sarebbe figo averle – però certo, assomigliano un po' agli unicorni.

0 grazie

Dipende molto da come sei fatto tu, dal mercato in cui sei, e soprattutto dove ti vuoi collocare. Se vuoi essere dipendente in un'agenzia grande (ad esempio nel mercato anglosassone), in uno studio di post produzione, effetti visivi, animazione: specializzati. Perché è ciò che è richiesto, di essere un maestro a fare quello. In generale invece, nel mercato italiano, una cosa molto apprezzata è cavarsela in qualsiasi situazione. Specializzarsi in un ramo, ma quel ramo conoscerlo molto bene nelle varie sfaccettature. Sono due strade ugualmente valide, devi capire il mercato in cui ti trovi, il Paese in cui ti trovi, e agire di conseguenza.

0 grazie

Più che saper fare tutto di tutto, penso sia molto più utile avere una rete di professionisti con i quali condividere e allargare le competenze. Io sono un illustratore e per esempio, nel mio caso, non faccio motion graphics: se c'è l'esigenza, so chi contattare e so che saprà farlo meglio di me.

0 grazie